COPPIE MISTE CON L’EMOJI, GRAZIE A TINDER

marzo 2019

“Grandi notizie: le emoji delle coppie interrazziali stanno per arrivare sui vostri smartphone”. Con un post sul suo Blog, Tinder ha annunciato qualche giorno fa una battaglia vinta: Unicode, il consorzio che definisce gli standard internazionali della lingua del web, faccine e pupazzetti inclusi, ha introdotto 71 nuove versioni delle coppie che si tengono per mano, variando genere e colore della pelle e permettendo, così, anche alle coppie miste di rappresentarsi con un clic.

La nuova release di Unicode (per la cronaca, si chiama Emoji 12.0), potrà essere adottata dai produttori di smartphone e dalle varie piattaforme, come Facebook Messenger, Whatsapp, Google mail o Skype, che potranno a loro volta aumentare le combinazioni, variando ulteriormente i toni di colore. Accanto alle coppiette, multietniche, anche altre new entry fanno fare passi avanti sul fronte della diversity, come le emoji di persone sulla sedia rotelle o un tempio indù.

Unicode si è mossa sulla scia della campagna #Representlove lanciata un anno fa proprio da Tinder, che ha raccolto su Change.org oltre 50 mila adesioni. “C’è un emoji per ogni cosa. Quasi ogni cosa. Non è tempo che gli emoji rappresentino tutto l’amore? L’amore è universale ed è tempo che le coppie interrazziali siano rappresentate nel nostro linguaggio universale”, scriveva la app di incontri. E c

In ballo, sottolinea ora Tinder, non ci sono dei semplici emoji. “Nel corso della Storia, le Coppie interrazziali hanno combattuto per essere accettate e rappresentate, e questi emoji sono, letteralmente e metaforicamente, simboli importanti. Noi di Tinder siamo fieri che il dating online renda più frequente per le persone conoscere e sposare persone di un’altra razza”.

A supporto di quest’ultima affermazione, la app cita alcuni studi secondo i quali proprio il dating online avrebbe fatto impennare le unioni miste: sul web si abbattono le barriere, ci si spinge oltre la cerchia di conoscenti (spesso persone che hanno la pelle dello stesso colore) e questi passi a volte portano anche a formarsi una famiglia. “Crediamo nel vivere come si vuole e nell’amare chi si vuole”, conclude Tinder. E così, d’ora in poi, chi dice a papà “indovina chi viene a cena”?, potrà dargli un indizio con un semplice messaggino.

Mixità

< Tutti i post